Moni Ovadia a Biennale Democrazia

Ieri è stato il secondo giorno di Biennale Democrazia, manifestazione culturale ideata da Gustavo Zagrebelsky, oggi alla sua quarta edizione, promossa dalla Città di Torino e realizzata dalla Fondazione per la Cultura Torino.

Moltissimi gli appuntamenti e altrettanti gli ospiti di rilievo che partecipano, dibattono e incontrano cittadini, studenti e associazioni.

Ieri in programma una conferenza al Teatro Carignano di Moni Ovadia: Il principio della dignità, fondamento della democrazia.

È stato un incontro di grande intensità dove attraverso il concetto della dignità umana, personale e individuale, Moni Ovadia ha toccato temi di estrema urgenza politica e culturale per la nostra democrazia: la precarietà, occupazionale e sociale, la dignità del popolo palestinese e il suo diritto ad avere uno Stato, il rapporto tra maschile e femminile, improntato da secoli attraverso forme di sottomissione e di esclusione della donna dai ruoli decisivi sia nella politica che nelle tre principali confessioni monoteistiche: ebraismo, islam, cristianesimo.

Il tema della dignità è il tema che consente di affrontare in modo trasparente e diretto le forme di ingiustizia e di svilimento che attraversano la nostra società. La dignità umana è tutto, le condizioni perché questa possa essere cosciente e praticata, rappresentano il livello di democrazia, giustizia e progresso di una società.