Casapesenna, sui terreni confiscati alla camorra

News / Reportage

Nel 2011 sono stato insieme ad alcuni volontari dell’ARCI a Casapesenna in Provincia di Caserta sui terreni confiscati alla camorra e restituiti alla collettività per iniziative di carattere sociale e volte a favorire l’inclusione occupazionale.

In questi territori l’ARCI e Libera, oltre al lavoro agricolo sui terreni confiscati, gestiscono un centro di accoglienza e consulenza per migranti, spesso lavoratori al nero impiegati nella raccolta dei pomodori, per consentire loro di accedere ai servizi minimi di scolarizzazione, assistenza sanitaria, vitto e alloggio.