Srebrenica - Bratunac

Reportage

Bratunac è una città che dista 8 km da Srebrenica in Bosnia. Nel 1995 a Potocari, proprio a metà strada tra le due città, durante il conflitto che portò alla dissoluzione della Repubblica Federale Jugoslava,  venne commesso uno dei massacri più atroci avvenuti dopo la Seconda Guerra Mondiale in Europa: le truppe serbe del generale Mladic uccisero più di 8000 mussulmani, uomini, vecchi e bambini dell’enclave di Srebrenica.

Adesso a Potocari sorge un memoriale in ricordo delle vittime di quel 11 luglio del 1995.

Dopo la guerra, grazie ai progetti di cooperazione, fu fondata la Cooperativa Insieme che si occupa principalmente della lavorazione dei lamponi di cui questi territori sono ricchi.

La cooperativa rappresenta una risposta ad un clima di odio e di divisione che ha segnato i primi anni ’90 ma che ancora oggi viaggiano latenti attraverso forme di pregiudizio e talvolta di discriminazione.

Insieme è prevalentemente una cooperativa formata da donne bosniache di origine mussulmana e serba. Il tentativo, oltre a quello di generare lavoro, è di ricostruire un processo e un esempio concreto di inclusione reciproca.